MI RITORNI IN MENTE

Complessi musicali e sale da ballo del Saluzzese dagli anni '50 ai '70

Una piacevole carrellata nella storia della musica leggera nel Saluzzese dall’immediato dopoguerra ai primi anni settanta del Novecento. Un amarcord agrodolce che racconta delle prime orchestrine in stile “americano” degli anni Cinquanta, dei numerosi complessi dei “favolosi” anni Sessanta, fino ad arrivare ai primi esperimenti di progressive nostrano. 

16,00 €

Una piacevole carrellata nella storia della musica leggera nel Saluzzese dall’immediato dopoguerra ai primi anni settanta del Novecento.
Un amarcord agrodolce che racconta delle prime orchestrine in stile “americano” degli anni Cinquanta, dei numerosi complessi dei “favolosi” anni Sessanta, fino ad arrivare ai primi esperimenti di progressive nostrano. 
Un occhio particolare è riservato ai protagonisti di questa storia “minima” e, sempre con sguardo curioso e disincantato, ai grandi e piccoli avvenimenti sullo sfondo. Il tutto è supportato da un ricco apparato fotografico con molte immagini d’epoca. Un viaggio nel tempo e nella musica, dal boogie al beat: per ricordare certo, ma anche per conoscere.

Piero Balbo

Scheda tecnica

Pagine
192
Formato
17x24
ISBN
978-88-98657-20-9
Autore
Piero Balbo
Edizione
novembre 2014

Balbo Piero

Classe 1949 venaschese di nascita ma verzuolese dall’età di 5 anni. Liceo classico a Saluzzo, Storia e Filosofia a Torino. 
Appassionato di bicicletta, corsa, escursioni, conoscenza del territorio: gli piace leggere, si occupa di storia, in particolare del Novecento, e di musica.
Scrive, in periodi vari, articoli su settimanali locali, nel 1994 il libro Valcurta 25 marzo edito dall’Anpi di Verzuolo, nel 2003 il saggio Venasca 1940-1945  per il volume Crocevia di valle, Venasca tra otto e novecento, nel 2013 cura, con gli amici dell’Anpi, il libro King era il mio cane (Fusta Editore).

16 altri prodotti della stessa categoria: