IL LUPO E IL PASTORE

Jack e Gustu, storie avverse

Una fiaba leggera ed esplicita che, evitando pedanti tecnicismi, ci presenta una situazione intricata – a livello legislativo e burocratico – e ci propone soluzioni concrete senza il conforto di frasi fatte, di slogan da bar o da social network.
Un libro, oggi, necessario.

19,50 €

Jack è un lupo. Ci racconta di sé, come nelle fiabe: dalle zampettate insieme ai fratelli, fuori dalla tana, al giorno in cui s’è fatto solitario, per poi diventare un maschio Alpha, un lupo che ha conquistato, emancipandosi dal branco, un territorio tutto suo e una femmina che sarà la sua compagna per la vita.
Jack un giorno incontra un pastore: Güstu, un vecchio che pascola pecore da sempre. E gli ucciderà numerosi capi: è una necessità, sua e della sua cucciolata.
Ma anche Güstu ci racconta di sé: vede Jack sottrargli la sua fonte di sostentamento e sente d’odiarlo, ma da conoscitore della montagna qual è sa che la colpa non è del predatore bensì del vuoto istituzionale al quale le Autorità spesso cercano di mettere mano, con scarso successo. E si arrende. Lascia i pascoli.
Un pastore – un uomo – deve difendersi dal predatore.
Un predatore – un lupo – deve nutrirsi, a volte a spese dell’uomo stesso.
Allora, come si possono conciliare queste due necessità?
Stefanone e Gai, con parole e fotografie, portano il lettore dentro le vite della bestia e dell’umano, sino a che il confine tra le due scompare. Già perché quel confine in fondo non è mai esistito. La montagna è stata, è e sarà sempre di entrambi.

Una fiaba leggera ed esplicita che, evitando pedanti tecnicismi, ci presenta una situazione intricata – a livello legislativo e burocratico – e ci propone soluzioni concrete senza il conforto di frasi fatte, di slogan da bar o da social network.
Un libro, oggi, necessario.

Piervittorio Stefanone

Scheda tecnica

Pagine
152
Formato
16,8x22,4
ISBN
9788885802438
Autore
Piervittorio Stefanone
Edizione
Novembre 2019

Stefanone Piervittorio

Piervittorio Stefanone è nato a Torino l’8 ottobre 1952 dove ha conseguito la laurea in Medicina Veterinaria e la specializzazione in Radiologia. 
Appassionato di fauna selvatica e delle relative problematiche, si è occupato in particolare di stambecchi, mufloni e ultimamente di lupi, collaborando con l’insuperabile fotografo naturalista Battista Gai, in arte Batti.
Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: Mollare il pettorale e tirare la braca, i mitici muli nelle Truppe Alpine e sulle nostre montagne; Il signore delle cenge; Un intruso tra le rocce, il muflone sulle Alpi Occidentali.

16 altri prodotti della stessa categoria: