SANFRONT

SANFRONT

SANFRONT

Terra, lavoro, tradizioni

Qual è l'origine dei microtoponimi sanfrontesi? Come nacque la comunità istituzionalizzata e come furono stabiliti i confini con le vicine? Com'era il regime fiscale della terra, nel Medioevo e nell'età moderna? Quali i modi di sfruttamento della forza idraulica? Perché sono sparite coltivazioni importanti, come quella della canapa?...

Giorgio Di Franscesco

22,00€

Aggiungi al carrello

Maggiori informazioni

Collana       Paesi in Granda
Autore        
Giorgio Di Francesco

Pagine        320 con foto in bianco e nero
Formato      21x29,7 cm
ISBN           978 889 516 3932


“Qual è l'origine dei microtoponimi sanfrontesi? Come nacque la comunità istituzionalizzata e come furono stabiliti i confini con le vicine? Com'era il regime fiscale della terra, nel Medioevo e nell'età moderna? Quali i modi di sfruttamento della forza idraulica? Perché sono sparite coltivazioni importanti, come quella della canapa? Come è inquadrabile la parlata popolare locale? Quali sono le tradizioni magico-popolari sanfrontesi e come si inquadrano in quelle delle aree maggiori in cui sono inserite? A queste ed altre domande cerca di rispondere l'autore, in un'opera colma di riferimenti esterni, per sottolineare che Sanfront non costituisce e non ha mai costituito un “mondo chiuso””


Giorgio Di Francesco 

Laureato in giurisprudenza con una tesi di Laurea in Storia del Diritto Italiano, successivamente premiata dall’Amministrazione Provinciale di Cuneo. 
Collabora con "L’Eco del Chisone" dal 1978. Ha pubblicato una ventina di opere di argomento storico, dedicandosi spesso alla microstoria del territorio subalpino piemontese. In particolare, con l'amico Tiziano Vindemmio, ha svolto ricerche sulla valle Po, dando alle stampe un precedente volume dedicato a Sanfront, dal titolo “Lungo la via del sale: Sanfront”, ed. Alzani, Pinerolo 1998; due volumi dedicati a Paesana, dal titolo “Paesana: memorie del tempo” (I) e “Paesana: storia ed arte ai piedi del Monviso”(II), ed. Alzani, 1998; un volume dal titolo “Envie: storia, architettura ed arte ai piedi del Bracco”, ed. Alzani 1999; “Martiniana Po: scintille di storia”, ed. Alzani, 2001; “Oncino, Crissolo ed Ostana: tre comunità occitaniche alpine. Microstoria dell'Alta valle Po”, ed. Alzani, 2004. Sempre restando nell'ambito territoriale del Saluzzese, si è occupato, con Vindemmio, del Comune di Moretta, dando alle stampe il volume “Moretta tra cronaca e storia”, ed. Alzani, 2001. Altre sue opere sono state dedicate alle realtà pinerolesi e torinesi.
Inoltre, l'autore si è occupato anche di storia del movimento mutualistico piemontese, che ha portato alla costituzione delle società operaie di mutuo soccorso e di storia del movimento operaio torinese.
Altre opere di storia economica hanno riguardato in particolare l'estrazione della pietra nel bacino Dora-Maira.
Per divertimento, ha dato alle stampe i volumi: “Al Mansour, il profeta: la vera leggendaria storia di uno sceicco piemontese del '700”, ed. Il Punto - Piemonte in Bancarella, Torino 1996 (prefazione del prof. Franco Cardini, del Dipartimento di Storia dell'Università di Firenze) e “Il popolo la magior parte sono camunisti... Diario 1860/70 di Antonio Quaglia, bersagliere piemontese”, ed. Il Punto - Piemonte in Bancarella, 1997. 
Si è occupato anche di tradizioni magico-popolari, in due successivi volumi.

Sfoglia alcune pagine del libro

30 altri prodotti in questa categoria:

Commenti

Scrivi il tuo commento

SANFRONT

SANFRONT

Qual è l'origine dei microtoponimi sanfrontesi? Come nacque la comunità istituzionalizzata e come furono stabiliti i confini con le vicine? Com'era il regime fiscale della terra, nel Medioevo e nell'età moderna? Quali i modi di sfruttamento della forza idraulica? Perché sono sparite coltivazioni importanti, come quella della canapa?...

Scrivi il tuo commento