MADRI

MADRI

MADRI

Sulle orme del pittore Pietro da Talada lungo l’Appennino Tosco-Emiliano

Un giovane uomo, professore di una prestigiosa università toscana, decide di mettersi sulle tracce di Pietro da Talada, artista attivo nella seconda metà del Quattrocento che ha reso celebri diversi borghi dell’Appennino Tosco-Emiliano grazie ai suoi dipinti. Ma perché questo viaggio?

Oreste Verrini

17,90€

Aggiungi al carrello

Maggiori informazioni

Collana       Diari di viaggio
Autore         Oreste Verrini
Pagine        240
Formato      14x20
ISBN           
978-88-85802-48-3
Prima edizione: giugno  2019

Per amore della cultura, si direbbe. Ma c’è altro. Vivere le opere di un pittore vissuto secoli fa, non ancora conosciuto oggi dal grande pubblico, presuppone anche amore per la camminata nella natura, almeno su questi pendii; presuppone amore per un luogo: da attraversare e da sentire su di sé.
Oreste racconta della settimana che ha trascorso, da solo, nei borghi dispersi sull’Appennino, tra Talada, Busana, Borsigliana e molti altri. Racconta di quanta strada abbia fatto, a piedi, per vedere, toccare quelle Madonne, quei santi e quei Bambin Gesù.
«Lo sappiamo…» direte voi. «Ci sono anche i volti di donne e uomini che Oreste incontra: anziani al tavolo di un caffè impegnati in un’eterna partita a carte, vecchiette che attendono sulla porta di casa il ritorno di qualcuno...»
Be’, non solo: ci sono maghi, streghe, cani feroci che rincorrono avventori spauriti in cerca di riparo, ragni giganti, viandanti intrappolati in bettole isolate, lupi che fuggono da bracconieri, loschi figuri sulle tracce di un tesoro, persino marinai.
Pagine che non cercano retorica, anzi, che la rifiutano.
È un viaggiatore vero, Oreste; quel viaggiatore che ci permette di riconoscere un sorriso in una smorfia di dolore, un capolavoro in un soprammobile che vale un euro, un’occasione unica di vita in una scarpinata di pochi giorni.



 

30 altri prodotti in questa categoria:

Commenti

Scrivi il tuo commento

MADRI

MADRI

Un giovane uomo, professore di una prestigiosa università toscana, decide di mettersi sulle tracce di Pietro da Talada, artista attivo nella seconda metà del Quattrocento che ha reso celebri diversi borghi dell’Appennino Tosco-Emiliano grazie ai suoi dipinti. Ma perché questo viaggio?

Scrivi il tuo commento