VERZUOLO, DI STRADA IN PIAZZA

VERZUOLO, DI STRADA IN PIAZZA

VERZUOLO, DI STRADA IN PIAZZA

Un viaggio tra ieri e oggi

I nomi dei luoghi (la toponomastica) o meglio i nomi delle strade (la odonomastica) possono anche essere un piccolo intrigante pretesto per raccontare le storie, i ricordi, i personaggi, le curiosità, lo sviluppo di un piccolo paese ai piedi di una collina che si fa montagna con lo sguardo proiettato in pianura

Piero Balbo

19,00€

Aggiungi al carrello

Maggiori informazioni

Autore      Piero Balbo
Pagine     224
Formato   16,8x23,8
Ambito     territorio
ISBN       978-88-85802-00-1
Data pubblicazione: novembre 2017

 Così il racconto delle 62 vie, vicoli e piazze di Verzuolo può diventare un appassionato e forse appassionante viaggio alla scoperta del luogo in cui si è vissuti e si continua, in modo sufficientemente pacifico, a vivere.
Un piccolo viaggio nel tempo e nello spazio tra conti e marchesi, scrittori e combattenti della
libertà, benefattori quasi sempre ignorati, santi e sante della collina e della pianura, pomposi
ricordi di romanità, scalatori e villanelle diventate marchese, tipografi e carbonari, feste d’aprile e teatri spariti, suggestioni di antichi mestieri e di panorami dimenticati, pittori e inventori anche di scritture, preti e fotografi d’antan, industriali e partigiane, ministri del Regno e deportati
innocenti, pozzi scomparsi e nuove realtà di
lavoro, re da dimenticare e capisaldi del nostro vivere quotidiano da tenere bene a mente.


Saluzzo riassume nel suo paesaggio urbano e collinare una storia documentata di mille anni, di cui la metà vissuti come capitale di un Marchesato che ne ha plasmato l’arte e l’architettura. Se il centro storico, con palazzi, chiese, ma anche strade, conserva intatte splendide testimonianze del susseguirsi di secoli di ragionate azioni umane, altrettanto fa la collina, che avvolge dall’alto la città in una cornice paesaggistica ricca di architettura e di storia. Una storia che prende inizio attorno all’anno Mille proprio da questo contesto agrario, da cui emergono antichi edifici che hanno affiancato nel tempo le vicende non solo di Saluzzo ma di tutto il suo territorio circostante. La collina accompagna verso la città la graduale discesa alla pianura delle vallate – Bronda, Po e Varaita – unendo, tra monte e piano, terre e genti che negli ultimi dieci secoli hanno trovato e riconosciuto in Saluzzo il fulcro di ogni azione storica e contemporanea. Percorrendo i vari versanti collinari di questa città e dei paesi vicini, oltre alle ricchezze artistiche e architettoniche di chiese e castelli, si percepisce un paesaggio agrario che, nonostante i più recenti cambiamenti, riesce ancora a raccontare i ritmi del passato attraverso terreni che oggi sono in gran parte disegnati dai filari di viti e di alberi da frutta. La vita contadina continua come un tempo a scorrere attorno alle imponenti ville che da secoli si affiancano alle case rurali della collina saluzzese.


30 altri prodotti in questa categoria:

Commenti

Scrivi il tuo commento

VERZUOLO, DI STRADA IN PIAZZA

VERZUOLO, DI STRADA IN PIAZZA

I nomi dei luoghi (la toponomastica) o meglio i nomi delle strade (la odonomastica) possono anche essere un piccolo intrigante pretesto per raccontare le storie, i ricordi, i personaggi, le curiosità, lo sviluppo di un piccolo paese ai piedi di una collina che si fa montagna con lo sguardo proiettato in pianura

Scrivi il tuo commento