DE ORATIONE - LA PREGHIERA

DE ORATIONE - LA PREGHIERA

DE ORATIONE - LA PREGHIERA

Prima traduzione con commento del Migne

La riscoperta della preghiera dell’intus-ire (ritornare in se stessi) per sursum-ire (per innalzarsi) diventa premessa per affrontare con discernimento e sapienza i problemi concreti. Il commento al Padre Nostro di Tertulliano è di estrema attualità e ci insegna che pregare significa innanzitutto "mettersi in ginocchio" facendoci guidare dal cuore.

Aldo Intagliata

-4,50€

14,50€

In saldo In saldo!

10,00€

Aggiungi al carrello

Maggiori informazioni

Collana        I CLASSICI
Autore         Aldo Intagliata
Pagine        160
Formato     17x24
ISBN           978 88 95 163 21 5 -
Prima edizione: settembre 1992 (Gribaudo Editore)
Seconda edizione: agosto 2009 - Prima ristampa: settembre 2017

Sembra che i giovani esprimano una simpatia crescente per la preghiera; le motivazioni di questa richiesta-nostalgia sono complesse e difficilmente riconducibili ad una causa. È un dato di fatto che l’odierna società permeata da un razionalismo neo-illuminista, dal pensiero debole e soprattutto da una invadente pubblicità supportata da una pseudo-cultura mass-mediale, riscopra la preghiera come “elevatio mentis in Deum” ossia “allargamento di orizzonte”, “esodo” dal circolo vizioso e narcisistico dell’IO.
L. Wittgenstein scrisse che pregare “Significa sentire che il senso del mondo è fuori dal mondo”. Hegel sostenne che “La preghiera riconcilia il finito con l’infinito, crea un’armonia nuova nella sfera dell’autocoscienza, del sentire e dell’agire umano in rapporto all’universo intero”. (Lezioni sulla filosofia della religione. Zanichelli - Bologna 1973).
La riscoperta della preghiera dell’intus ire (ritornare in se stessi) per sursum ire (per innalzarsi) diventa premessa per affrontare con discernimento e sapienza i problemi concreti. Il commento al Padre Nostro di Tertulliano è di estrema attualità e ci insegna che pregare significa innanzitutto “mettersi in ginocchio”, facendoci guidare dal cuore.
La preghiera non è mai ripiegamento su se stessi, non è narcisismo o uno specchio comodo per proiettare insoddisfazioni, delusioni e neppure una comoda scialuppa nei marosi della vita.

30 altri prodotti in questa categoria:

Commenti

Scrivi il tuo commento

DE ORATIONE - LA PREGHIERA

DE ORATIONE - LA PREGHIERA

La riscoperta della preghiera dell’intus-ire (ritornare in se stessi) per sursum-ire (per innalzarsi) diventa premessa per affrontare con discernimento e sapienza i problemi concreti. Il commento al Padre Nostro di Tertulliano è di estrema attualità e ci insegna che pregare significa innanzitutto "mettersi in ginocchio" facendoci guidare dal cuore.

Scrivi il tuo commento